venerdì 30 settembre 2016

LIBERA UNIVERSITÀ ITALIANA DEGLI STUDI ESOTERICI

LIBERA UNIVERSITÀ ITALIANA DEGLI STUDI ESOTERICI

Il Silenzio. Intervento di Stefano Donno























La vita nella Congregazione o Confraternita una volta accettate convenzioni e statuti, nell’animus del congregato o dell’attore in quella data comunità o struttura, si trasforma in senso di appartenenza e senso di fraternità comunitari che producono molta positività in chi la riceve e la agisce nel quotidiano. Ci si sente membra di uno stesso corpo che funzionalmente opera al bene dell’Obiettivo comune. Al di là della stretta manovalanza, è bene prendere in considerazione la formazione attraverso un impegno costante nello studio e seguendo i consigli forniti dal Vertice dell’organizzazione. Dunque bisogna non cedere né a fantasticherie misticheggianti, né sondare gli infiniti mondi di un’ascesi disordinata e passiva, quanto invece procedere sempre “more geometrico” come direbbe il celebre filosofo Cartesio. Saremmo nel bellissimo mondo della Grande Sintesi come ha sostenuto lo scrittore Michael Newton nel suo splendido lavoro edito da Venexia dal titolo “Il Viaggio delle anime”, dove parla di un unico campo senziente e comunicante di visione tra anime disincarnate che inviano nel nostro mondo messaggi di aiuto e consigli di varia natura. E dunque in questo ordine e in questa disciplina ancor prima della ricerca strettamente teorica ed una sua relativa ermeneusi, diventa fondamentale il Silenzio interiore. Nulla a che vedere con la meditazione tout court suggerita da illuminati quali Osho o altre pratiche zen (indispensabili per un equilibrio psico/fisico exotericamente parlando), quanto un Silenzio che è la voce sibilante e invisibile di Dio, il primo essere inascoltabile o 'Ein-Sof, è il “Vuoto” che permea ed avvolge ogni cosa, è il Mercurio Filosofico degli Alchimisti, principium individuationis prima di completare l'Opera. Questo Silenzio interno, è fondamentale per l’Initium. Fare rumore per far vedere che si sa ai propri “compagni” di viaggio, è sintomo di una forte, nociva, confusione che distoglie dal focus primario che è il lavoro in primis su se stessi. O nella peggiore delle ipotesi un volersi mettere in mostra davanti ai Vertici dell’Organizzazione denotando poca umiltà, e facile esibizionismo. Le parole sono importanti, il Silenzio lo è di più!

VIDEOTECA - L' uomo che terrorizzò il mondo ---WWW.HALLOFCRIME.COM---

BookTrailer"Per una metafisica dell'albero"

Fantasma di Napoleone a Udine, arrivano gli acchiappafantasmi

Fantasma di Napoleone a Udine, arrivano gli acchiappafantasmi

Percorsi inediti al Maschio Angioino: prigioni e fughe, Santo Graal ed esoterismo | Diario Partenopeo

Percorsi inediti al Maschio Angioino: prigioni e fughe, Santo Graal ed esoterismo | Diario Partenopeo

giovedì 29 settembre 2016

La Scelta. Intervento di Stefano Donno























Qualsivoglia percorso iniziatico intrapreso comporta una serie di azioni e riflessioni interiori forti e radicali, soprattutto quando non si sa con certezza a cosa si va incontro. Sia che si tratti di Istituzioni o comunità dedite all’occulto, o confraternite di varia natura legate comunque alla Tradizione Perenne, ciò che il novizio, il postulante, l’adepto deve operare è una scelta. Una scelta se entrare in una data comunità, società, gruppo con le sue regole, le sue discipline, la sua ritualistica, una grammatica condivisa, una conoscenza simbolica comune (anche se c’è dell’altro, lo approfondiremo successivamente - ndr). La semplice decisione non è contemplabile se in primis non ci si è documentati, o comunque non si ha avuto il tempo di “formarsi” su determinati argomenti o non si sono effettuate particolari ricerche che sovente trascinano su sentieri dove la notte è più buia del buio. Qui è in gioco la vita, e con la vita non si scherza. La scelta da parte della tipologia di attore preso in considerazione in questa sede, deve avvenire dentro un campo interno unificato di coscienza che comprenda la coscienza come atto mentale, l’essere testimone e la consapevolezza. Senza questo non vi può essere Scelta di alcun tipo. Perseverare sarebbe diabolico! D’altra parte per comprendere un micron di quello che si andrà a toccare con mano basterebbe anche una lettura superficiale dello splendido lavoro di Angelico Arrighini dal titolo “L’inferno e le sue pene” … ma questa è un’altra storia. Intanto per lavorare da Abisso ad Abisso ci vuole stoffa, determinazione e tanta, tanta VOLONTA’. A buon intenditor poche parole!!!  

ARCADIA

ARCADIA

LIBERA UNIVERSITÀ ITALIANA DEGLI STUDI ESOTERICI

LIBERA UNIVERSITÀ ITALIANA DEGLI STUDI ESOTERICI

Dr. Humphry Osmond - 50 Years of LSD (on Pyromania Arts Foundation)

Animali Fantastici e Dove Trovarli | il trailer finale pieno di rivelazioni

BookTrailer - Apprendista Libero Muratore di Gianmichele Galassi

Al Castello di Bardi, tra Halloween e Troni di Spade – Piacenza Night | Notizie a Piacenza dal 1999

Al Castello di Bardi, tra Halloween e Troni di Spade – Piacenza Night | Notizie a Piacenza dal 1999

Alieni: è stato avvistato un UFO che risultava invisibile all'occhio umano

Alieni: è stato avvistato un UFO che risultava invisibile all'occhio umano

Se gli Ufo sono maleducati gli alieni si rivelano molto più promettenti - La Stampa

Se gli Ufo sono maleducati gli alieni si rivelano molto più promettenti - La Stampa

mercoledì 28 settembre 2016

Initium. Intervento di Stefano Donno
























L’inìzio (dal lat. initium, der. di inire «entrare in o cominciare») contiene in sé l’idea del movimento, di cominciare qualcosa come atto e azione sia per una discussione che per trattative e altro. Prima che l’inizio si esplichi occorre l’avvio di un processo strutturato da mantenere nel tempo e cosa fondamentale un metodo che possa sostenerlo nel suo estrinsecarsi. In ambito iniziatico l’Initium aggiunge un valore di significante e di significato che si riversa nel simbolico e nell’ambito della ritualistica e ritualità che a chi la intraprende, gli permette di abbandonare precedenti status di vita, pensieri e convinzioni e trovarsi nel Sacro completamente in maniera diversa rinnovata, radicalmente differente. Un’Initium che diviene dunque Iniziazione. Essa contiene e abbraccia un rito grazie al quale un individuo viene introdotto in una società, gruppo o comunità ed è guidato da coloro che sono gerarchicamente al livello più alto dell’organizzazione o comunità e società, essendo costoro detentori di saperi, codici e grammatiche sapienziali specifiche di quella data struttura (Il Sapere nella Tradizione Perenne si tramanda da bocca a orecchio - ndr).   Nell’ambito esoterico e magico si parla di trasferimento di status e potere dall’iniziatore all’iniziato, in un intenso processo simbolico di morte e rinascita, ovvero fine dell'esistenza su di un livello e progressiva ascensione al livello successivo.

Agenda 21: General Albert Stubblebine (Part 1 of 2)

Le nove chiavi dell'antiquario - Martin Rua - il booktrailer

En?gma - Rapa Nui [Prod. By Wsht]

Napoleone Bonaparte è tornato a Udine: «Fantasma in municipio» - Video e foto - Cronaca - Messaggero Veneto

Napoleone Bonaparte è tornato a Udine: «Fantasma in municipio» - Video e foto - Cronaca - Messaggero Veneto

Tre nuovi percorsi al Maschio Angioino, alla scoperta del sacro Graal - 1 di 1 - Napoli - Repubblica.it

Tre nuovi percorsi al Maschio Angioino, alla scoperta del sacro Graal - 1 di 1 - Napoli - Repubblica.it

Avvistato un Ufo nel cielo tra Soncino e Orzinuovi, sarebbero tre i testimoni

Avvistato un Ufo nel cielo tra Soncino e Orzinuovi, sarebbero tre i testimoni

Gli Ufo atterrano a un passo da Roma: il 2 ottobre incontri ravvicinati del terzo tipo a Pomezia

Gli Ufo atterrano a un passo da Roma: il 2 ottobre incontri ravvicinati del terzo tipo a Pomezia

martedì 27 settembre 2016

LIBERA UNIVERSITÀ ITALIANA DEGLI STUDI ESOTERICI

LIBERA UNIVERSITÀ ITALIANA DEGLI STUDI ESOTERICI

ARCADIA

ARCADIA

Esopolitica- La Questione Esopolitica e le Verità Negate di Roberto La Paglia (Cerchio della Luna). Intervento di Stefano Donno



Quando ci siamo imbattuti in questo termine ne siamo rimasti addirittura folgorati, viste le interessanti e notevoli implicazioni teoriche di carattere sociale, politico, culturale. Facciamo riferimento alla parola “Esopolitica” con la quale si indica non solo una presunta ingerenza segreta degli extraterrestri sugli eventi della politica internazionale, al fine di controllarla e manipolarla, ma anche tutta una serie di riflessioni sulle modalità potenziale di relazione politica da strutturare nel contatto e nelle relazioni diplomatiche con intelligenze altre. Il termine – coniato da Michael E. Salla e assunto come utilizzo tra gli altri da ufologi del calibro di Roberto Pinotti (che ha parlato anche di «esodiplomazia» con espliciti riferimenti alla visione di David Icke), non deve confondersi con altre espressioni similari come «esobiologia» che indaga con rigore e metodi scientifici la possibilità di vita extraterrestre e la sua eventuale natura. Fatte queste doverose premesse per quanti sono a digiuno di cognizioni di tal sorta, consigliamo l’eccellente lavoro di Roberto La Paglia dal titolo Esopolitica edito da Cerchio della Luna. Ufologia ed Esopolitica sono discipline non opposte ma complementari, l’una progresso naturale di ricerca dell’altra, e soprattutto indispensabili per avere una visione sempre più approfondita e ampia del fenomeno UFO.  
La cosa certa è che tutto il lavoro di insabbiamento di governi mondiali sugli UFO ha prodotto invece grandissimi investimenti sull’argomento sul piano militare e scientifico, stridendo con le voci di corridoio e quelle istituzionali che negano l’esistenza degli Alieni. E tutto questo perché se si tratta di tematiche frutto di fantasie tecno/fantascientifiche? L'Esopolitica può venirci in soccorso. Lo conferma l’autore in questa preziosa pubblicazione che lancia la provocazione circa la possibilità che fra non molto quando civiltà extraterrestri si manifesteranno da noi, molte barriere cadranno, come i dogmi della scienza, della fede, e della politica stessa.

Roberto La Paglia è una mente fervida, alimentata da un intenso ed inesauribile desiderio di ricerca. Attraverso le sue opere, accompagna i lettori in un viaggio verso l'ignoto, guidandoli nei meandri più nascosti delle dottrine occulte ed esoteriche.

Il cabalista di Praga - Marek Halter - il booktrailer

Ufo avvistato da tre persone - La Provincia

Ufo avvistato da tre persone - La Provincia

lunedì 26 settembre 2016

LIBERA UNIVERSITÀ ITALIANA DEGLI STUDI ESOTERICI

LIBERA UNIVERSITÀ ITALIANA DEGLI STUDI ESOTERICI

ARCADIA

ARCADIA

Templar Order. Il cammino dei templari, la via verso la saggezza di Domizio Cipriani (Bastogi). Intervento di Stefano Donno



Testo che volutamente consigliamo in primis perché parte del ricavato delle vendite del volume serviranno a finanziare opere umanitarie. Poi perché il templarismo e il neotemplarismo è un fenomeno non solo affascinante, ma che a tutt’oggi desta interesse e moltissima curiosità. Numerosi studi sono stati portati avanti su questi argomenti, uno dei più corposi è senza dubbio quello di Massimo Introvigne e PierLuigi Zoccatelli, dal titolo “Enciclopedia delle religioni” pubblicato in Italia da Elledici, e che indichiamo come opera di alto valore scientifico e culturale. Il lavoro di Domizio Cipriani è un lavoro molto ineterssante, in quanto coniuga non solo le personali ricerche dell’autore in ambito della storia templare ma anche notevoli riflessioni sul significato dell’essere cavalieri oggi e soprattutto cavalieri neo/templari. Solo percorso iniziatico? Solo esclusivo ed elitario raggruppamento sociale, gerarchizzato, occulto, che persegue chissà quali finalità? Oppure è un reale momento di crescita volto al bene delle persone e della società?  Chi sono i moderni templari? Dove operano e cosa fanno? Queste e molti altri interrogativi verranno soddisfatti in un’opera assolutamente singolare e accattivante

DOMIZIO CIPRIANI, gran Priore del Principato di Monaco, è cresciuto a Milano fino all'età di 29 anni, ove ha portato avanti l'attività di famiglia nel settore delle costruzioni. Sportivo semiprofessionista, è pilota di auto e moto nell'enduro e nei rally raid, maestro di arti marziali con tre cinture nere in differenti discipline. È sempre stato attirato dalla ricerca della gnosi e della verità e questo è dovuto anche al peso del nome che porta. A 29 anni si trasferiva nel Principato di Monaco per sviluppare il suo lavoro anche nel campo finanziario, ove fondava delle società con le quali oggi lavora come consulente finanziario internazionale. Nel 2010 ha il grande onore di poter riattivare l'Ordine dei Templari di Montecarlo e viene nominato, per il suo background, Gran Priore Magistrale. Questo incarico gli ha veramente cambiato la vita, dandogli una linea guida universale da poter seguire con fiducia, occupandosi di opere umanitarie e creando un'accademia di studio per poter trasmettere agli altri le conoscenze acquisite, la cosiddetta quarta via. Ha avuto modo di incontrare molti maestri lungo il suo percorso, maturando una notevole esperienza e potendo vivere delle profonde emozioni che lo portano a ringraziare per ogni momento di gioia che vive quotidianamente in armonia con gli universi invisibili attorno a lui. Come descritto nel libro, si è sentito motivato a raccontare queste esperienze per condividerle con tutti gli altri.

Norbello: rievocata la storia della presenza dei Templari in Sardegna - Cultura - L'Unione Sarda.it

Norbello: rievocata la storia della presenza dei Templari in Sardegna - Cultura - L'Unione Sarda.it

Alieni: un libro del 1716 conterrebbe la prova che gli UFO esistono

Alieni: un libro del 1716 conterrebbe la prova che gli UFO esistono

venerdì 23 settembre 2016

I Sogni Magici. Misteri e tecniche del sonno sacro di Scott Cunningham (Venexia). Intervento di Stefano Donno



In gioco ci sono 3000 anni di accesi dibattiti, teorie inconsuete, scientifiche o ai confini della scienza, centinaia di migliaia di pagine scritte sui sogni, cosa rappresentano, cosa significano, ed altre numerose questioni ad essi collegate. Ma una cosa è certa, i sogni costituiscono una parte integrante delle nostre esistenze, inevitabile, inaggirabile, e ancora per certi aspetti misteriosa. E non si trascuri il fatto che trascorriamo più o meno un terzo delle nostre vite circondati da ombre e sogni, dunque il più delle volte immersi nel velo di Maya. Perché leggere questo lavoro... Sicuramente per il motivo di essere un’opera singolare, che non lascerà indifferenti sia i profani, che coloro che nel mondo dell’esoterico ci vivono come esperienza da anni. L’autore insegna praticamente tecniche arcaiche di sogno, al fine di accedere ad altri e più elevati stati di coscienza entrando in contatto con quel Meta Io in grado di attivare simboli ed ottenere visioni. Non si tratta nello specifico di onironautica, ma una prassi per contattare il divino, o meglio delle intelligenze divine in grado attraverso i sogni di guidarci nella nostra quotidianità. L’autore ritiene il sonno dunque un atto sacro vero e proprio, quasi una cerimonia iniziatica, in grado di rigenerare e portare a nuova vita la persona che vi si dedica con un forte senso del sacro. Splendido excursus storico e teorico sul sonno e sui sogni.

Scott Douglas Cunningham (Royal Oak, 27 giugno 1956 – 28 marzo 1993) è stato un saggista statunitense. Autore di numerosi libri sulla Wicca e su altri argomenti relativi alla spiritualità alternativa. Oggi il suo nome è tra i più celebri nella comunità pagana ed è considerato uno degli autori wicca più influenti e rivoluzionari. Scott Cunningham nasce a Royal Oak, Michigan, nel 1956: la sua famiglia si trasferisce a San Diego, California, nell'autunno del 1959 e qui egli continua a vivere fino alla morte, nonostante numerosi viaggi nelle Hawaii. Alle scuole superiori una compagna di classe lo introduce alla Wicca e alla sua spiritualità: in seguito consegue iniziazioni in varie congreghe. Nel 1978 si iscrive come studente alla San Diego State University dove segue i corsi di scrittura creativa: un paio di anni dopo tuttavia ha già pubblicato più libri di molti dei suoi professori e lascia quindi gli studi per dedicarsi alla scrittura a tempo pieno. Nel 1983 gli viene diagnosticato un linfoma e negli anni la sua salute peggiora finché nel 1990 gli viene diagnosticata una forma di meningite aids correlata: a seguito di numerose infezioni muore all'inizio del 1993 a soli 36 anni.