mercoledì 8 marzo 2017

Lo schiavo di Anand Dìlvar. Traduttore: S. Cavarero (Uno Editori)
























Una festa, l'alcol, lo sballo, un terribile incidente, la corsa in ospedale, il coma. Nella totale immobilità il protagonista, sente e vede tutto, impotenza e odio si impossessano di lui. Quando però arriva a invocare la morte... sente una voce, una specie di Guida, che inizia con lui una conversazione a caccia del senso della vita. Incalzato da questa voce, si rende conto di essere fuggito da tutte le sue responsabilità, di essersi trasformato in uno schiavo e di aver vissuto di risentimenti, infelicità e rancore. Durante questo viaggio interiore verso la libertà, avviene l'ultima terribile battaglia: i medici fra 6 ore spegneranno la macchina che lo tiene in vita. All'improvviso la Guida gli concede un ultimo grande dono. Con un finale inaspettato e commovente, l'autore conduce il lettore in un intenso viaggio alla conquista dell'essenza della vita.

Nessun commento:

Posta un commento